www.partitoviola.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home

Aspetti LEGALI di come i governi cercano di sfuggire a Norimberga2

E-mail Stampa PDF

Clamorosa prova dell’imbroglio perpetrato a danno degli italiani costringendo intere categorie a farsi inoculare i cosiddetti vaccini anti-Covid.
Il dr. Daniele Giovanardi mi inoltra questo documento (vedi seguito foto1, foto2) da cui si evince che i cosiddetti vaccini erano autorizzati per protezione individuale ma NON PER FERMARE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS.
A partire da Mattarella per finire alla signora Sciarra passando per Draghi Speranza Cartabia, Bruno Vespa e soci chiedano scusa agli italiani. Bergoglio a tutti. E sì che lo avevamo avvisato.

“Ciò che da 3 anni urliamo in tutte le sedi è stato riconfermato ieri dall’ Agenzia Europea del Farmaco (EMA). L’autorizzazione condizionata all’uso dei farmaci ad RNA riguardava solo la possibilità di avere la malattia Covid in forma meno aggressiva, mentre escludeva sin dall’inizio che l’inoculato potesse evitare l’infezione o non potesse infettare gli altri. Le istituzioni italiane hanno semplicemente ingannato e ricattato gli italiani.”
Daniele Giovanardi DSP

—

6viola:

Tuttavia è stata utilizzata una “lesione all’articolo 1 della Costituzione Italiana”, laddove si attenta alla sacralità del “diritto al LAVORO” (naturalmente per le persone sane). (L’Italia è una repubblica fondata sul LAVORO)

Ma è dimostrabile che i test di positività al virus, utilizzati, non sono diagnostici, ma statistici, per ammissione di chi li aveva inventati.

Quindi veniva introdotto un obbligo (mascherato da facoltà) di partecipare ad una sperimentazione di FARMACI GENETICI mRNA, fintamente detti vaccini, grazie al vincolo di perdere il LAVORO, se non si dava il consenso alla INOCULAZIONE.

Sulla modifica della definizione di vaccino che non immunizza e non impedisce il contagio ci ha pensato “il ministero della verità” che Orwell aveva previsto nel libro 1984, vedi articolo al link seguente:

Esclusivo: gli Usa hanno modificato la definizione di vaccino durante l’approvazione di Pfizer

Esclusivo: gli Usa hanno modificato la definizione di vaccino durante l’approvazione di Pfizer

 

—

Nella ricostruzione del quotidiano https://www.lindipendente.online/ (al link precedente)

foto A (8 settembre 2021):

Oggi, accedendo alla pagina relativa sul sito del CDC, è definito vaccino: “Una preparazione che viene usata per stimolare la risposta immunitaria del corpo contro le malattie”.

Ma accedendo ad una versione precedente della medesima pagina web (vedi seguito) si può facilmente verificare che la definizione di cosa sia un vaccino è stata modificata. Nella versione che risultava pubblicata il 12 agosto 2021 (e nelle altre precedenti) veniva infatti definito vaccino: “Un prodotto che stimola il sistema immunitario di una persona a produrre immunità a una malattia specifica, proteggendo la persona da quella malattia”.
“to produce immunity”

foto B (12 agosto 2021):

cito ancora l’indipendente:

Una differenza evidentemente non formale, ma sostanziale: se in base alla definizione originaria un vaccino, per essere considerato tale, doveva rivelarsi un preparato in grado di â€œprodurre immunità” (in italiano, secondo la definizione data dal dizionario Garzanti – “una condizione di refrattarietà di un organismo a una malattia infettiva”); passando alla nuova definizione un vaccino diviene più modestamente un preparato in grado di â€œstimolare” una risposta immunitaria, eliminando il requisito del produrre reale refrattarietà.

Da notare come la modifica della definizione di vaccino da parte dell’ente statunitense sia avvenuta in corrispondenza temporale con l’approvazione definitiva del vaccino anti-Covid 19 prodotto da Pfizer-BioNTech. Nel comunicato ufficiale di approvazione dello stesso, pubblicato dalla Food and Drugs Amministration in data 23 agosto, si legge che il vaccino sarà commercializzato “per la prevenzione della malattia COVID-19”. Un risultato probabilmente in linea con la nuova definizione di vaccino nel frattempo modificata dal CDC, ma che non avrebbe soddisfatto la precedente definizione, secondo la quale avrebbe dovuto produrre “immunità”.

segue documentazione UE del dottor Daniele Giovanardi:

—

 

foto1 UE:

—

foto2 UE:

—

fonte su telegram:
https://t.me/Sara_Cunial_grazie_di_esistere/68921

 

Notizie flash

75 FONTI + 1011 nuove FONTI di “patologie ANCHE multiple” indotte dagli pseudo_vaccini contro covid19 creando danno anziché cura (studio)

fonte complessiva:

https://6viola.wordpress.com/2021/09/16/10-patologie-indotte-dagli-pseudo_vaccini-contro-covid19-creando-danno-anziche-cura-studio/